Vulcano – L’annealing professionale per tutti

Siete dei tiratori e volete cominciare con l’annealing professionale? Vulcano fa al caso vostro.

Chiunque abbia la passione o pratichi il tiro con la carabina, conosce o almeno ha sentito parlare dell’annealing, ovvero quella fase della lavorazione del bossolo nella quale il colletto viene portato ad una temperatura di circa 350 – 400 °C . Il risultato di questo riscaldamento ad alta temperatura fa si che la porzione di bossolo scaldata sia più duttile e le tensioni ridotte. Il mercato offre un bel po’ di prodotti, ma la mia attenzione si è soffermata sulla Vucano una macchina ad annealig ad induzione prodotta dalla ditta Shooting Technology (https://shooting-tech.com/) di Thiene.

Vulcano macchina per annealing prodotta dalla ditta Shooting Technology di Thiene

Dal design agressivo, realizzata in alluminio satinato e alluminio anodizzato nero (per i coperchi di chiusura superiore ed inferiore) e dall’ utilizzo davvero semplice, Vulcano è il fiore all’occhiello della ditta Vicentina. Tutti i componenti che sono sottoposti a campo elettromagnetico sono realizzati in ptfe ovvero completamente dielettrici (tant’è che viene sconsigliato l’utilizzo con i shell-holder classici in acciaio).

Pultia e semplice l’interfaccia di utilizzo

L’interfaccia di utilizzo è davvero semplice ed intuitiva, agendo su due potenziometri, tempo e campo magnetico, si regola il tempo di esposizione del bossolo, possibilmente aiutandoci con della vernice tempilaq, la quale rileva (cambiando colore) il raggiungimento della temperatura per la quale è stata progettata.

Per maggiori informazioni vi sconsiglio di leggere l’articolo “Annealing Perfetto? Semplice, con vulcano” apparso sul numero 01/2019 del mensile specializzato “Armi Magazine” o di conttatare il sottoscritto o l’azienda produttrice

Nella sezione “download” potrete trovare un file con le regolazioni aggiornate dell’esposizione da sottoporre i bossoli divisi per calibro e marca.

7 pensieri riguardo “Vulcano – L’annealing professionale per tutti”

  1. Che sostanziali differenze ci sono tra le due macchine per
    annealing VULCANO e la Neozelandese AMP?

    1. A parte il costo, la tecnologia che automatizza (nel caso della AMP) le tempistiche ti ricottura del bossolo, con i suoi pro ed i suoi contro.

      1. La cosa che mi convince meno di Vulcano è il fatto che non diano nessuna indicazione circa i tempi di cottura e soprattutto di intensità del campo magnetico, almeno come indicazioni di massima per i calibri e le marche più usate da chi ricarica. Secondo me almeno per marche come Lapua e Peterson e calibri come il 308 Win, 6,5×47 e 6,5 Creedmoor dovrebbero almeno dare indicazione di un valore di riferimento del campo magnetico e poi far agire sulla regolazione del timing usando il Tempilaq.

      1. Tu le hai provate entrambe? In che senso Vulcano secondo te non è all’altezza?
        Volevo inziare a fare annelaing, quello a fiamma non mi convince, ma mi spaventa la cifra del AMP (ormai si sfiorano i 2 k€), e soprattutto è introvabile.
        Volevo quindi provare la Vulcano, ma non trovo nessuno che l’abbia provata e che mi possa dare un consiglio. E’ vero che costa meno, ma prima di spendere counque 1000€ vorei avere assicurazioni che sia pure con delle limitazioni rispetto alla AMP dia dei risultati costanti.

  2. Greetings! Quick question that’s totally off topic.
    Do you know how to make your site mobile friendly?
    My site looks weird when browsing from my iphone4. I’m trying to find
    a theme or plugin that might be able to fix this problem.
    If you have any suggestions, please share. Cheers!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

YouTube
Instagram
Telegram
WhatsApp